VenetoWorld

lunedì 11 agosto 2014

Guerrilla SPAM - (ac)Cenni di (con)TempORAneo 2014 - di Alessandra Ioalé



Street Art Attack torna nuovamente a parlare del lavoro di SPAM e della sua Guerrilla, portata ormai sui muri di parecchie città italiane e straniere, contro tutto ciò che è falso ma i media ci spacciano per vero; contro tutto ciò che è effimera imitazione ma la nostra società ne fa suo baluardo di mera apparenza sotto cui sopravvivere senza porci domande, che rivelano verità scomode. La Guerrilla messa in scena in un lungo ciclo di opere con le quali SPAM si distingue nel panorama artistico dell’arte urbana, per un uso colto delle citazioni classiche e moderne dell’arte “agghindate” da un’ archeologia di simboli appartenenti invece alla sfera del nostro quotidiano contemporaneo, su cui ogni volta si costruisce la metafora critica racchiusa nella composizione, giocata sul bianco e nero, come fosse uscita da una matrice xilografica.

Immagine di copertina SPAM Trionfo dell'Apparenza_Panoramica_Ph. Chiara Calanca

Un ciclo che in luglio si arricchisce di una nuova opera dal titolo emblematico, "Trionfo dell'Apparenza". Un muro di 15 metri  per tre realizzato all’interno delle scuderie di Castel del Piero a S. Michele in Teverina, per l’edizione 2014 del Festival (ac)Cenni di (con)TemORAneo, che rifletteva sulla parola "Fake"
Come spiegano i due curatori “nella società contemporanea la comunicazione è diventata un fattore imprescindibile, i punti di contatto e scambio tra le persone – o meglio tra gli "utenti" – sembrano moltiplicarsi all'infinito; le identità si frammentano, mutano, diventano esibizione del proprio opposto. Si cambia nome, genere, indole e professione; cambiano le ambizioni. Il sistema relazionale fra gli individui sembra prendere le forme di uno spazio iperreale che si colloca oltre la distinzione tra reale ed immaginario. L'individuo agisce spesso secondo strutture comportamentali seriali e codificate, lontane dal proprio background culturale, distanti dal proprio spazio reale e sociale, ri-producendosi in un inganno esistenziale. Si generano così fake lives: vite alterate che trovano unico motivo di esistere nel tentativo malriuscito di elevarsi ad opera d'arte. Ci troviamo di fronte al raggiungimento di quello stato in cui le vite diventano operazione artistica oppure l'iperrealtà ha superato l'immaginazione? …"

SPAM_Trionfo dell'Apparenza_Particolare_Ph. Chiara Calanca

Sulla base di questo interrogativo e in linea col proprio principio di irriverente guerrilla, l’opera di SPAM, attraverso una serie di finte figure allegoriche, ispirate ai fiamminghi Bosch e Bruegel, riflette e gioca sull'apparenza, impersonata dal mostro travestito da cavallo, al centro dell’opera, che con la rete imbriglia uomini seduti. Ad aiutarlo ci sono delle strane figure femminili, simbolo di purezza, ma che in realtà sono altri demoni neri travestiti con delle tutine con la zip. Nella parte sinistra in alto invece un altro mostro travestito da uomo d'affari (con le braghe e le scarpette legate) che, come il serpente che si vuol mangiare la coda, è intento a inseguire una mazzetta di banconote attaccata al suo stesso corpo. Infine ancora un altro mostro-albero-tv che culla un neonato con le bende marchiate rigorosamente “Italia”.

SPAM_Trionfo dell'Apparenza_Particolare_Ph. Chiara Calanca

SPAM_Trionfo dell'Apparenza_Particolare_Ph Chiara Calanca

Una complessa composizione che si costituisce sì per i grandi soggetti principali ma il cui significato viene codificato e rafforzato nelle sue linee critiche da tutta un’altra serie di soggetti e elementi “secondari” che va dal mostro a destra con dei vestiti alle grucce, agli uomini che vomitano ipod o sputano iphone; dal telecomando che fuoriesce dalla pancia del mostro, a tutti gli oggetti contrassegnati da varie marche e brand come stereotipi dell'apparenza, fino agli imbuti capovolti, simbolo della stoltezza, che cingono le teste dei mostri e ostruiscono il passaggio di informazioni nel loro cervello.

SPAM_Trionfo dell'Apparenza_Particolare_Ph. Chiara Calanca

SPAM_Trionfo dell'Apparenza_Particolare_Ph. Chiara Calanca

SPAM_Trionfo dell'Apparenza_Particolare_Ph. Chiara Calanca

Sembrerebbe un’opera che segna, per così dire, una svolta nel lavoro di SPAM, per quanto riguarda il concepimento e lo sviluppo compositivo del proprio messaggio critico. Non rimane quindi che aspettare di vedere i prossimi attacchi!


Alessandra Ioalè



Per leggere l'intervista che Giada Pellicari aveva fatto a Guerrilla Spam andate qui


Posta un commento